gaetano marrandinoPOZZUOLI – Gaetano Marrandino resta in carcere. Il giudice davanti al quale ha da pochi minuti sostenuto l’interrogatorio di convalida del fermo, ha ritenuto non cessate le esigenze cautelari. Il giovane, 22 anni di Varcaturo, è accusato di tentato omicidio nei confronti del cugino 29enne per avergli sparato alla testa con una pistola al termine di una lite. L’avvocato Marco Sepe presenterà un’istanza di scarcerazione al Tribunale per il Riesame. L’esito lo si conoscerà probabilmente entro le prossime due settimane. Gaetano Marrandino deve anche rispondere di porto e detenzione illegale di arma da fuoco e danneggiamento.