POZZUOLI – È  lo scoppio selvaggio, ma soprattutto abitudinario, dei fuochi d’artificio a scatenare le polemiche dei residenti di Lucrino. Sono tanti gli spettacoli pirotecnici che si ripetono ormai da settimane e che causano il brusco risveglio delle famiglie della zona. Tutto ha inizio intorno all’una e si protrae anche fino alle due di notte. Luci, colori e soprattutto boati per celebrare compleanni, matrimoni, ma anche altre feste private. «Non ne possiamo più – denunciano i residenti del posto – Le nostre notti sono ormai disturbate da questi continui rumori. Le esplosioni fragorose, oltre la mezzanotte, sono diventate una vera e propria consuetudine e molto spesso siamo costretti a fare i conti con la paura e con un improvviso risveglio». I fuochi d’artificio disturbano la quiete pubblica ed impediscono di dormire. Talvolta, inoltre, arrecano anche danni. Da ieri ci sono evidenti bruciature su un marciapiede su cui è stata poggiata una batteria di fuochi.  Ancora una volta i decibel selvaggi continuano ad avere la meglio sulle ferree regole stabilite dall’amministrazione locale, che ha posto dei limiti anche ai locali notturni.