POZZUOLI – Si aprirà il prossimo 16 luglio il processo a carico di Gaetano Beneduce, Gennaro Longobardi, Salvatore Cerrone e Nicola Palumbo, tutti accusati del duplice omicidio dei boss Raffaele Bellofiore e Domenico Sebastiano.

DECISIVI I COLLABORATORI DI GIUSTIZIA – Dopo ben 21 anni, dunque, alla sbarra i presunti killer e organizzatori di quell’efferato delitto che avrebbe cambiato per sempre gli assetti criminali nell’area flegrea. L’assassinio dei due, infatti, avrebbe spianato la strada proprio all’allora emergente clan Longobardi-Beneduce. A distanza siderale da quei fatti, è stato soltanto grazie alle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia che la vicenda sia finita in un’aula di tribunale. In particolare, è stato il racconto del pentito Roberto Perrone – braccio destro di Giuseppe Polverino, alias ‘o Barone – a dare nuova linfa alle indagini. E tra le parti offese c’è anche il Comune di Pozzuoli, costituitosi parte civile.