RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Gentile direttore, chi vi scrive è una vostra assidua lettrice nonché residente a Pozzuoli. Ciò che voglio segnalare con questa mia lettera sono alcuni problemi che, seppur “piccoli” per qualcuno, per chi come me vive la città quotidianamente rappresentano serie difficoltà. E mi riferisco alle tante buche, i marciapiedi sconnessi e a quegli interventi “minori” che sembrano non conoscere una fine. Qualche esempio? basta passeggiare in via Oberdan dove, a causa delle mattonelle che si muovono, rischi di cadere e di spaccarti la faccia; nei pressi della villetta del Carmine c’è la ringhiera della villa Avellino che nonostante i rattoppi dà la sensazione di crollarti addosso da un momento all’altro; più avanti ancora c’è una seconda transenna lungo via Rosini: qui sono intervenuti 4 volte ma la situazione non cambia. Questi sono solo tre esempi di una situazione di precarietà che sembra condizionare una parte delle città rendendola “difficile” per chi la vive tutti i giorni. (Elena)