POZZUOLI – Finalmente si parte. Stamattina sono iniziati i lavori di realizzazione della recinzione della chiesa di Licola mare. Cittadini e associazioni possono così finalmente tirare un sospiro di sollievo dopo le proteste messe in campo nei mesi passati. In prima linea soprattutto l’attivista Umberto Mercurio con il Comitato Licola Mare Pulito che si è fatto più volte portavoce delle lagnanze dell’intera comunità. Risale, infatti, a tre anni fa l’approvazione – da parte del Consiglio Comunale di Pozzuoli – del progetto di edificazione del Centro di aggregazione religioso e sociale a Licola Mare, con annesse attrezzature per il gioco e lo sport, su suolo della Regione Campania. L’iniziativa è a cura della Curia Vescovile che ne supporta le spese di realizzazione e gestione. A febbraio, in attesa dell’agognata posa della prima pietra, alcuni attivisti si recarono davanti alla sede della Diocesi di Pozzuoli per esprimere il proprio malcontento. Oggi, a distanza di tempo, si inizia a intravedere qualcosa.