cani villa avellino
Divieti ufficiali e ufficiosi contro i padroni dei cani sporcaccioni

di Violetta Luongo
POZZUOLI –
Inizialmente vigeva il divieto di portare i cani a passeggio nel parco pubblico Villa Avellino, situazione che deve aver infastidito i molti proprietari dei quadrupedi, visto che l’area rappresenta l’unico polmone verde della città e chi meglio di un amico fido può apprezzare lo scorrazzare tra l’erba, cosa che deve aver compreso anche l’amministrazione comunale tanto da eliminare il divieto.

TOLLERANZA NON RISPETTATA – Apertura e tolleranza dunque che non vengono però premiate e ricambiate dai possessori dei cani. Nonostante il parco sia disseminato di cartelli che invitano i padroni dei cani  alla corretta osservanza delle regole con pene e sanzioni fino a 150 euro per chi le trasgredisce, alcuni proprietari degli animali continuano ad ignorarle lasciando gli escrementi non raccolti e sparsi per i prati.

I CANI MEGLIO DEI PADRONI – Agli “inefficaci” cartelli comunali sono stati affiancati, da volonatari ben pensanti, piccoli manifestini, con tanto di foto segnaletiche di divieto e ironiche vignette in cui è lo stesso cane a raccogliere le proprie feci a fronte del comportamento scorretto e irrispettoso dei loro “padroni sporcaccioni”.