POZZUOLI – Una pistola semiautomatica con matricola punzonata, 5 cartucce nel caricatore e 16 grammi di cocaina sono state trovate in una valigetta all’interno del vano motori dell’ascensore di un palazzo in via Ovidio, nei cosiddetti “Carrarmati”. Nell’edificio vive l’anziana nonna di un personaggio già noto alle forze dell’ordine e ritenuto vicino al clan dei “toianesi”, da mesi in conflitto con i “rivali” del gruppo di Monterusciello e Quarto. La scoperta è stata fatta dai carabinieri della sezione operativa di Pozzuoli durante un controllo effettuato ieri mattina nelle aree condominiali del Rione Toiano, negli anni scorsi sotto il controllo del clan Pagliuca, l’ala militare del boss Gennaro Longobardi.

LA PISTOLA – La droga, che era suddivisa in dosi e pronta per essere venduta, è stata sequestrata. L’arma invece è stata inviata al Racis per verificare il suo eventuale utilizzo in fatti di sangue o di intimidazione. L’ultimo episodio venuto alla ribalta delle cronache risale a marzo scorso quando il ras di Reginelle, il 36enne Pasquale Dello Iacolo, fu gambizzato da due uomini all’interno di un parcheggio di una discoteca di via Campana.