asl_monterusciello

POZZUOLI – Nulla da fare, la sede legale dell’Asl Napoli 2 Nord resta a Frattamaggiore. Inutile l’ennesimo ricorso presentato dal Comune di Pozzuoli contro la decisione del Consiglio di Stato dell’aprile 2015. Via Tito Livio dovrà anche rifondere ben 5mila euro a ciascuna delle parti uscite ”vincitrici” dalla lunga battaglia legale: la Regione Campania, il Comune di Frattamaggiore e la stessa azienda sanitaria.

CRITERIO CONTESTATO – Al centro della vertenza il così detto “baricentro”, criterio contestato da Pozzuoli per l’assegnazione della sede a Frattamaggiore. Secondo l’ente flegreo, la centralità di Pozzuoli sarebbe stata da preferire in quanto comprensiva dei Comuni di Quarto, Qualiano, Marano, Calvizzano, Mugnano, Villaricca e Melito. Comuni rientranti in un comprensorio che, appunto, vedrebbe Pozzuoli in posizione più consona ad ospitare la sede legale dell’Asl. Ma i giudici della terza sezione del Consiglio di Stato sono di tutt’altro avviso. Dunque, sembra essere stato scritto l’ultimo capitolo della battaglia combattuta a colpi di carte bollate, iniziata due anni fa e che vedeva nel 2014 l’accoglimento, da parte del Tar, delle istanze del Comune flegreo. Una decisione poi ribaltata dal Consiglio di Stato ed ora confermata ulteriormente.