di Elena De Mari

i writer in azione
i writer in azione

POZZUOLI- Esprimere l’arte in modo legale. Questo l’obiettivo della manifestazione “Arte in zona”  messa in campo nella mattinata di oggi al mercatino rionale di Monterusciello dall’associazione “Noi re(si)stiamo qui” di Pozzuoli, insieme ad un gruppo di writers locali. L’iniziativa che ha visto giovani artisti realizzare graffiti “live” ha avuto ottimi riscontri dai passanti che si sono incuriositi.

 

OBIETTIVI – Sensibilizzare le persone del luogo a quella che è un’arte che viene sempre vista come un atto di inciviltà. « Noi pensiamo che il writing non sia un vandalismo– ha spiegato Riccardo Volpe, rappresentante dell’associazione – anzi combatte il vandalismo. I tanti muri inutilizzati o imbrattati potrebbero essere affidati ai giovani per far esprimere liberamente la propria arte. L’amministrazione comunale sta vagliando un regolamento. Nel frattempo, noi facciamo vivere quest’arte nella città».

 

COLORARE LA CITTA’– Un quartiere colorato per rilanciare la periferia puteolana. «Il graffitismo non è sinonimo di vandalismo – hanno spiegato i giovani artisti- abbiamo scelto di realizzare un graffito con la scritta “Arte in zona” chiara e leggibile per contrastare un pensiero comune che vede ancora il writing come un atto di inciviltà ai danni della collettività. Noi immaginiamo una “Monterusciello artistica” colorata e ricca di opere d’arte sulle mura cittadine». La street art, dunque, non solo come libera espressione dei giovani artisti ma anche come punto d’inizio per la riqualificazione della zona con l’obiettivo di attirare artisti e curiosi da tutto il mondo.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]