Il Tribunale di Napoli sezione staccata di Pozzuoli ha bocciato il reddimetro
Un’aula del Tribunale di Napoli

Ancora un attacco alla libertà di stampa, ancora un’azione legale contro Cronaca Flegrea. E’ giunta questa mattina alla nostra redazione la notizia dell’ennesima denuncia nei nostri confronti. L’atto ci sarà notificato lunedì mattina presso la Procura della Repubblica di Napoli dove il direttore responsabile del giornale è stato chiamato per ricevere la comunicazione di elezione di domicilio.

Da fonti certe siamo venuti a conoscenza che l’azione legale è stata promossa da un rappresentante dell’amministrazione comunale di Pozzuoli. L’articolo “incriminato” sarebbe un contraddittorio tra la querelante e un rappresentante del consiglio comunale che Cronaca Flegrea ha riportato attraverso le proprie pagine. Ma nonostante ciò, si è deciso di tirare in ballo anche il giornale per aver “ospitato” un dibattito di pubblico interesse riguardante la città di Pozzuoli.

Ciò dimostra ancora una volta i limiti di quanti si barricano dietro lo strumento della querela confondendo la normale informazione e il racconto dei fatti con la diffamazione.

Pertanto attendiamo di ricevere ufficialmente la notifica da parte della Procura per capire meglio e portare a conoscenza i nostri lettori dell’ennesimo tentativo di intimidazione da parte di chi crede di mettere a tacere un organo di informazione che in maniera libera e gratuita per i lettori racconta i fatti che accadono nei Campi Flegrei, e in particolare nella città di Pozzuoli. Proprio quei Fatti che rappresentano l’unica “linea editoriale” di questo giornale, che da oltre 3 anni dà voce a tutti e indistintamente.

 Da parte nostra, dimostreremo nelle sedi opportune l’infondatezza di questo improprio e dispersivo utilizzo del ricorso alla legge che altro non è che un’aggressione alla libertà di stampa.

 

Gennaro Del Giudice
Direttore responsabile “Cronaca Flegrea”