Due poltronePOZZUOLI –  Ormai se ne vedono di tutti i colori passando per una delle periferie più problematiche della città di Pozzuoli. Gli abitanti della zona – quelli civili -, si sono per così dire, talmente “abituati” a scempi del genere, che non ci fanno più caso. Nonostante le frequenti segnalazioni fatte dal nostro giornale nelle settimane scorse, per le strade del mega quartiere di Monterusciello, alla periferia del comune di Pozzuoli, si continua senza sosta a gettare rifiuti di ogni genere. Residenti incivili, che non si fanno alcuno scrupolo ad abbandonare lungo la strada qualsiasi cosa quando devono rinnovare l’arredamento del proprio salotto o della cucina. Si prende l’elettrodomestico non più funzionante o il sofà e lo si getta a pochi passi da casa, o in luoghi lontani da eventuali occhi “indiscreti” dove si può scaricare selvaggiamente con tutta tranquillità, senza essere disturbati. Che sia un sacchetto d’immondizia contenente materiali non differenziati o un grosso ed ingombrante elettrodomestico o pezzo d’arredamento non fa alcuna differenza, lo si prende e lo si getta per strada, come se nulla fosse.  E così sono stati abbandonati per strada – ancora una volta – un televisore piuttosto obsoleto e quelle che a prima vista possono sembrare due poltrone in pelle messe l’una dietro l’altra, come fossero dei vagoni di un treno, ma che in realtà si rivelano essere nell’insieme un divano da soggiorno smembrato per agevolare le operazioni di “scarico”.

televisoreLO SCEMPIO – E così continua lo scempio a Monterusciello, il quartiere periferico in cui già diverse volte è stata segnalata la presenza dell’assiduo fenomeno degli incivili, molto spesso residenti della zona, i quali rendono le strade – che loro stessi percorrono ogni giorno e dove affacciano le loro abitazioni – delle “discariche” a cielo aperto. Passando per via “Libero Bovio”, nei pressi della sede dell’Enel, si nota un grosso schermo televisivo a tubo catodico piuttosto antiquato, abbandonato vicino ad un albero che costeggia il marciapiede, insieme anche ad una tavola da surf. Ancora, questa volta non molto lontano dalla stazione della Circumflegrea “Grotte del Sole”, a far cattiva mostra di sé c’è un divano in pelle da soggiorno diviso a metà, le cui parti sono messe l’una dietro l’altra, scaricato su un marciapiede a pochi metri dalle case popolari.