blood-testPOZZUOLI – Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia rende noto che il Dipartimento di Epidemiologia e Prevenzione dell’Asl Napoli 2 Nord, diretto dal dottor Antonino Parlato, ha avviato, di concerto con l’amministrazione comunale, una campagna di informazione volta alla prevenzione delle malattie infettive. L’azione, che coinvolgerà i vari distretti sanitari, i medici di base e i pediatri, parte dal presupposto che gli interventi di prevenzione sono a volte ritenuti insufficienti, perché è ancora diffusa l’erronea convinzione che tutti i mezzi possibili, dall’isolamento dei malati alla disinfezione di case e scuole, siano sempre assolutamente necessari.

IL CONSIGLIO – «È ormai noto che la maggior parte delle patologie si diffondono già dal periodo di incubazione (quando cioè non vi sono ancora sintomi chiari della malattia) – sostiene il dottor Antonino Parlato – che in molti casi il contagio può essere evitato adottando semplici precauzioni e misure di igiene, purché applicate costantemente anche in assenza di persone malate. E ancora sappiamo che tutti i virus e molti batteri sopravvivono, fuori dal malato, per pochissimo tempo e, dunque, la disinfezione degli ambienti si rivela inutile se non dannosa (per la selezione di ceppi resistenti). Pertanto non è necessario alcun intervento di disinfezione, né è da prevedersi la chiusura di strutture scolastiche».

INCENTIVARE INTERVENTI – La campagna di informazione mira dunque ad incentivare gli interventi disponibili prima che si verifichi una malattia infettiva e non solo quelli posti in atto quando la malattia si è già manifestata, finalizzati esclusivamente al controllo della sua diffusione. Il mezzo di prevenzione sicuramente più efficace è costituito dalle vaccinazioni; altrettanto importante è l’adozione di misure igieniche di routine che, divenute parte del comportamento abituale (corretto e frequente lavaggio delle mani), evitano di essere raggiunti dai microbi.

SINERGIA – Un altro aspetto importante è inoltre la collaborazione tra gli operatori della prevenzione e le diverse componenti che operano nelle comunità infantili e scolastiche. «Nella prima decade di settembre, prima dell’inizio dell’anno scolastico – annuncia il sindaco Vincenzo Figliolia – organizzeremo con gli operatori della sanità pubblica del dipartimento e del distretto, i medici di famiglia, i pediatri, i dirigenti scolastici ed i gruppi portatori di interesse un incontro sulla prevenzione delle malattie infettive al fine di controllarle e prevenire quelle possibili con una corretta vaccinazione. La condivisione delle conoscenze è un passaggio obbligato se vogliamo raggiungere determinati obiettivi».