POZZUOLI – Arrestato Emanuele Delos, 20enne di Monterusciello. E’ ritenuto l’autore dell’agguato di due settimane fa ai danni di Salvatore Artiaco, 51 anni, detto “mammariello”. A prenderlo sono stati i carabinieri del nucleo operativo di Pozzuoli, che sabato lo hanno raggiunto nella sua abitazione nei “600 alloggi”. Il giovane è il figlio di Antonio Delos, detto “zingariello”, storico affiliato al clan Beneduce arrestato nel 2010 durante l’operazione Penelope e condannato a 8 anni di carcere per camorra.

L’AGGUATO – Tra la vittima e il presunto killer ci sarebbe anche un vincolo di parentela. Sullo sfondo dell’agguato c’è il controllo delle piazze di spaccio che da tempo ha messo in contrapposizione due gruppi criminali nei 600 alloggi. Artiaco, il 25 giugno scorso, stava passeggiando nei pressi della sua abitazione, in via Campigli, quando fu colpito a un braccio da una raffica di proiettili. Insieme a Delos -secondo quanto ricostruito- a bordo di uno scooter dal quale partirono gli spari c’era un’altra persona. Dopo l’arresto il giovane è stato trasferito nel carcere di Secondigliano.