POZZUOLI – Dopo gli avvisi per l’affidamento temporaneo delle spiagge libere sui litorali di Arco Felice–Lucrino e di Licola, pubblicati mercoledì scorso, è arrivato ieri anche quello relativo alle scogliere lungo Via Napoli, nel tratto che va dai Gerolomini al Dazio. Sono 3 in tutto le pedane in legno ad uso solarium che potranno essere realizzate ed asservite, per il solo 2020, alle attività di somministrazione presenti in zona. La prima piattaforma potrà essere costruita alla fine del lungomare Pertini, nello stesso luogo che dal 2012 al 2015 aveva “ospitato” il solarium della pizzeria “Acqua e Farina”. La seconda sarà ubicata poco più avanti dello Circolo Nautico La Pietra, all’altezza ristorante “Le Sciantose” e dell’Hotel Ristorante “Le Sirene”. L’ultima pedana sorgerà in prossimità della “Lega Navale Italiana”.

LE REGOLE – La concessione temporanea e a titolo gratuito scadrà il 30 settembre. Sulle piattaforme non si potranno svolgere attività di ristorazione e somministrazione di alimenti né quelle musicali e di proiezione televisiva. Ombrelloni e sedie a sdraio dovranno essere rimossi quotidianamente e accantonati in spazi opportunamente circoscritti. Non è chiaro se a fine stagione le pedane dovranno essere rimosse. Come per i precedenti avvisi, ci sono solo 7 giorni di tempo per presentare progetti e offerte, la scadenza in questo caso è il 3 Luglio prossimo. La valutazione sarà comparativa sulla base di un punteggio quantitativo o tabellare per i servizi e attrezzature offerte. Saranno avvantaggiate le attività di somministrazione più vicine ai tratti da assegnare e che dispongono di aree di sosta. Un ulteriore criterio di aggiudicazione, anche se molto meno “pesante”, è costituito dal prezzo offerto a ribasso per sdraio, lettini e ombrelloni.

VIGE ANCORA IL DIVIETO DI PRENDERE IL SOLE
– Ad oggi, per tutti tratti di costa non affidati in concessione, sulla carta vige ancora l’Ordinanza Sindacale del 28 Maggio scorso che vieta la presenza in maniera stabile per l’attività elioterapica e/o di esposizione al sole in maniera stanziale. Nella realtà, viste le belle giornate estive, le lungaggini per l’implementazione del “cervellotico” piano l’utilizzo delle spiagge libere in emergenza “Covid19” e complice l’assenza di controlli, molti cittadini ed operatori balneari stanno contravvenendo al divieto, rischiando anche sanzioni amministrative. In tutto questo, manca ancora il bando per l’affidamento dei 3 lotti disponibili sul lungomare Pertini, mentre è “mistero” su quello già aggiudicato due anni fa al “Lido Riviera”, che per quest’anno non ha ancora provveduto ad allestire la piattaforma. Insomma, per poter prendere il sole sulle spiagge libere a Pozzuoli, in tranquillità e senza il rischio di prendere delle multe, c’è da aspettare ancora qualche settimana.