NAPOLI – Nella serata di ieri, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Vicaria Mercato hanno arrestato un 24enne georgiano, G.A., regolare sul territorio italiano, perché colto in strada a picchiare la sua fidanzata, in maniera particolarmente violenta. Solo l’intervento degli agenti, ieri sera in via Duomo, nel pieno centro storico, ha evitato che l’aggressione, subita dalla donna avesse conseguenze più gravi dei 10 giorni di prognosi ricevuti dai sanitari dell’Ospedale Loreto Mare, per traumatismi alla testa, all’orecchio e contusioni al torace. La giovane donna soccorsa ed accompagnata presso gli uffici di Polizia ha formalizzato una dettagliata denuncia contro il convivente che da molto tempo le usava violenza, e che lei, per timore di ulteriori aggressioni, non aveva mai denunciato, ma ha mostrato foto che ritraevano le lesioni subite dopo le botte del convivente.

L’AGGRESSIONE – Durante l’aggressione subita in via Duomo, un’amica della donna che da tempo li ospitava in casa sua, ha tentato invano di frenare la violenza dell’uomo e di sottrarre la donna alle percosse, non riuscendo ad calmare la furia dell’uomo. Questa amica della vittima, ha riferito che nel corso di un’altra lite, avvenuta i primi di agosto, aveva cacciato l’uomo di casa per tentare di salvare la donna Per fortuna l’intervento degli agenti ieri sera, ha posto fine a tale ignominia. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti e lesioni personali, sottoposto a giudizio con rito per direttissima questa mattina , è stato condannato ad un anno e otto mesi di reclusione, da scontare presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale.