frana-torreg-1
Foto Pacosmart

MONTE DI PROCIDA – Terrore e sgomento, alle prime luci dell’alba di stamane, in via Salita Torregaveta. Erano le 5,30 del mattino quando il costone montese che affaccia sulla città di Bacoli ha ceduto nuovamente, a causa del violento temporale abbattutosi questa notte sull’intero comprensorio flegreo. Il crollo ha messo fortemente a rischio la stabilità di un’abitazione che si trova sul fronte della frana, sgomberata su disposizione del Comune. Sul posto sono giunti il Sindaco Giuseppe Pugliese, i tecnici comunali, i vigili del fuoco, la polizia municipale e i carabinieri.

frana-torreg-2
Foto Pacosmart

IL CROLLO – Sconcertanti le immagini che immortalano la precaria stabilità di questo tratto, già nota ai residenti: innumerevoli le richieste agli Enti preposti affinché si avviasse una seria messa in sicurezza del promontorio e relativo consolidamento del promontorio. Dal 2014 in paese si convive con la paura e il timore che fenomeni temporaleschi anche di lieve entità possano mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini. E’ una storia già vista e vissuta quella di questa mattina, che a distanza di due anni si ripete, ma con maggiore intensità.

frana-torreg-3
Foto Pacosmart

IL PRIMO SMOTTAMENTO DUE ANNI FA – Era esattamente il 12 settembre di due anni fa quando, a causa del crollo di una porzione del muro di contenimento e diverse lesioni sul manto stradale, la provinciale veniva chiusa al traffico veicolare. Circa due settimane dopo, i referenti provinciali della Direzione Tecnica Viabilità della Provincia di Napoli, considerata l’assenza di ulteriori smottamenti, disponevano la riapertura dell’arteria a senso unico alternato con limitazione degli autoveicoli con massa superiore ai 35 quintali. Ed è proprio all’altezza del primo semaforo in direzione Torregaveta che si è registrato, quest’oggi, lunedì 19 settembre il secondo smottamento. Per le stesse ragioni e le medesime cause.