rionePOZZUOLI – Il Rione Terra Pozzuoli Volley ritorna al successo e lo fa con merito al termine di una partita ricca di emozioni e molti capovolgimenti di fronte. I gialloblù ci hanno messo il cuore e tanta determinazione sin dalle prime battute e sfatano così anche il tabù dei successi al “Pala Errico” cancellando quello zero che fino a ieri ancora c’era in classifica. Un passo in avanti a otto giornate dal termine della stagione regolare con la salvezza che a questo punto è a dieci lunghezze per i ragazzi di coach Costantino Cirillo. Un sogno che sembrava irrealizzabile fino a poche settimane fa ma che dopo questa vittoria si aprono nuovi scenari per i puteolani tanto più che in casa dovranno affrontare Foggia, Pomigliano e Taviano Lecce, dirette concorrenti per salvarsi. Il Rione Terra Volley ha la meglio sul Locorontondo per 3-2 in una gara bellissima.

LA PARTITA – I puteolani scendono sul parquet dell’impianto della Solfatara decisi e motivati e sin dal primo set si vede. Palumbo, D’Amore e Amato, che alla fine risulteranno i migliori tra i flegrei mettono a terra punti pesantissimi consentendo al Rione Terra di vincere il primo set per 25-21. Il secondo è la fotocopia del primo con i gialloblù a fare la partita e i pugliesi a rincorrere. Alla fine il Rione Terra Volley fa suo anche il secondo periodo con il medesimo risultato (25-21). Poi, arriva il solito momento di black out che permette al Locorotondo di recuperare il match e di vincere il terzo set per 13-25. Nel quarto strigliati a dovere dal loro tecnico i flegrei partono bene e si portano fino al 23-20 ma poi ancora un black out consente agli ospiti di vincere per 24-26 e di andare al tie break. Nell’ultimo parziale i puteolani, messa da parte la paura, sono decisi e determinati e con una schiacciata di Natale Amato vincono per 15-11 il tie break e ritornano finalmente al successo. Da evidenziare anche gli esordi in casa dei baby Avallone e Santoro tra le fila flegree.
INTERVISTE –  «Il merito di questa vittoria è dei ragazzi che hanno mostrato carattere e attaccamento alla maglia – ha detto Costantino Cirillo, nel dopo partita -. Sono davvero soddisfatto per l’atteggiamento mostrato sul parquet e per come abbiamo iniziato il canovaccio della partita. Nel primo e nel secondo set ho visto una squadra desiderosa di vincere che non ha mai fatto un passo indietro. Poi, nel terzo forse credevamo di aver già vinto e siamo stati sopraffatti dai nostri avversari. Nel quarto periodo è stato un vero peccato perché conducevamo per 23-20 e siamo stati a soli due punti dal successo. Però i ragazzi c’erano e nel tie break lo hanno ampiamente dimostrato. Questa squadra ha mostrato grande spirito di appartenenza e nonostante le mille difficoltà di questo campionato abbiamo imparato a soffrire e a giocare in maniera concreta in campo. Certo la salvezza è ancora un discorso molto in salita ma noi non smetteremo mai di crederci e non molleremo mai fino alla fine». Domenica prossima i gialloblù saranno impegnati in casa della Folgore Massa.