Rosa Capuozzo

QUARTO – I leader dei gruppi consiliari di opposizione, Rosa Capuozzo, Davide Secone, Gabriele Di Criscio e Giovanni Santoro, chiedono a gran voce l’intervento della Commissione di accesso per poter far luce sull’operato dell’amministrazione comunale di Quarto, guidata da Antonio Sabino. «Ci chiediamo – si legge in una nota – per quali ragioni le passate amministrazioni abbiano dovuto rispondere addirittura in Commissione Antimafia per appalti ricevuti in eredità dalla terna commissariale, mentre oggi con questa amministrazione che riesce solo ad approvare in giunta svariati PUA a danno del territorio e dei cittadini, passi inosservato. Proposte di approvazione di cementificazione e consumo del territorio, senza nemmeno mai fare un minimo atto per avviare l’approvazione del PUC.
Perché questa amministrazione sfugge al mettere nero su bianco per la stesura del PUC ed invece non sfuggono a fare altrettanto per le approvazioni in giunta dei vari PUA?
Perché dopo aver mandato in dissesto l’ente comunale, ancora non hanno adottato misure per farsi che si rientri dal default? Perché si appalta un servizio di esternalizzazione dei tributi con un mega ribasso del 65%, ma il servizio a distanza di mesi ancora non parte?
Perché si aumentano a dismisura le tariffe dei servizi comunali senza prima verificarne effettivamente i costi? Ma soprattutto ci chiediamo se tutto questo è monitorato da enti sovracomunali». Attraverso un comunicato l’opposizione reclama l’invio di una commissione di accesso e punta il dito contro l’amministrazione carente, a detta dei capigruppo di minoranza, nella gestione della cosa pubblica.