POZZUOLI – Con l’evento speciale “O Divino Proculus”, Puteoli Sacra celebrerà il Santo Patrono tra arte e musica nelle giornate di domani (ore 18 e ore 19) e domenica 21 (ore 19). Le visita guidate inizieranno dalla Cattedrale con il racconto della storia archeologica ed artistica del Tempio-Duomo e della vita del santo attraverso una delle tele di Artemisia Gentileschi: San Procolo e sua madre Nicea. La narrazione sarà intervallata da suggestive esecuzioni musicali da parte di Don Giovanni Varriale che, con il nuovo organo meccanico di 20 registri reali presente in Cattedrale, voluto fortemente da monsignor Gennaro Pascarella e realizzato dall’artigiano organaro Nicola Puccini, proporrà tradizionali “partite” sugli Inni dedicati al santo patrono e musiche seicentesche del periodo di Artemisia Gentileschi.

L’INIZIATIVA – Dopo il piccolo concerto, il gruppo si recherà al Museo per ammirare da vicino un’altra tela di Artemisia, “San Gennaro e San Procolo all’Anfiteatro Flavio”, ma anche le reliquie dei 7 patroni di Pozzuoli e la statua di San Procolo. In chiusura, nella stanza inferiore del Museo, degustazione di finger food con miele biologico, frutta di stagione, formaggi e spritz, con l’esposizione dei piccoli souvenir prodotti dai ragazzi della cooperativa Regina Pacis per il progetto Idea Concreta. Puteoli Sacra (www.puteolisacra.it) è il più grande progetto di valorizzazione e gestione dei beni culturali in Europa, affidato a ragazzi provenienti dall’area penale.