POZZUOLI Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta. E nel cuore dei residenti di Monterusciello Giovanni Cacciuottolo occupa sicuramente un posto importante. In tanti, candele e torce in mano, hanno sfilato questa sera tra le vie del quartiere popolare di Pozzuoli per ricordare il giovane imprenditore deceduto sabato in seguito a un incidente stradale. Donne, uomini, bambini e anziani. Tutti hanno voluto rendere omaggio al 40enne puteolano strappato alla vita precocemente. E lo hanno fatto con applausi e cori. «Sarai sempre con noi e non ti lasceremo mai», questa la frase che hanno intonato gli amici per dare l’ultimo saluto a Giovanni. La tragedia, consumatasi sull’Asse Mediano, in zona Villa Literno, ha lasciato tutti senza parole. E con il viso rigato dalle lacrime e la mente piena di ricordi.

LA FIACCOLATA – Il corteo è partito intorno alle 21 da via Campigli, a Monterusciello, e ha illuminato le strade del megaquartiere di Pozzuoli. Circa mille i partecipanti. “Giovanni sempre presente”; “Bombò vive“: sono alcuni degli striscioni esposti nel rione. Giovanni, conosciuto come Bombò, gestiva il pub “Bob&Clare Take Away” a Monterusciello e una sala giochi, ma era noto soprattutto per la sua benevolenza. Il giovane viene ricordato, infatti, da amici, parenti e conoscenti per la sua bontà e semplicità. Una persona dal cuore d’oro. Questo il pensiero che accomuna tutti mentre il dolore si fa ogni ora più lancinante.