POZZUOLI«Non sarei mai andato via da Pozzuoli se la società mi avesse messo nelle condizioni di portare a termine il progetto». Ciaramella saluta la città e si dimette in maniera irrevocabile da allenatore della Puteolana 1902. Una decisione tanto inattesa quanto sconcertante dell’uomo di Durazzano; la guida tecnica che ha traghettato i granata fino a questo punto della stagione mettendo la firma su un primo posto per quanto temporaneo, impensabile ai nastri di partenza. Ma le sue parole ai nostri microfoni sono amare, di chi ha pazientato prima di maturare un provvedimento del genere. «Non avrei mai lasciato la Puteolana, con questa società avevo un progetto importante da portare a termine e che avrei continuato se ci fossero state le condizioni per farlo. Purtroppo non è così e devo abbandonare a malincuore il mio ruolo di allenatore sperando che questa decisione dia una scossa importante e necessaria all’ambiente e che la società stessa riesca nella risoluzione delle problematiche che hanno svilito e impossibilitato il mio lavoro negli ultimi tempi.»

IL PROGETTO«Non sta a me puntare il dito né formulare accuse, -spiega Ciaramella- ho incontrato ieri il presidente con il quale ci eravamo prefissati un tempo limite perché le problematiche, non soltanto economiche, societarie rientrassero: così non è stato ed ho ritenuto opportuno agire di conseguenza. Il progetto societario può continuare anche senza la mia persona, auguro a questa squadra ed ai suoi tifosi di raggiungere il traguardo per il quale abbiamo tanto lavorato insieme, traguardo che ritengo assolutamente alla portata di questi ragazzi che sono convinto continueranno a portarlo avanti con la professionalità che li ha sempre contraddistinti». A quanto pare Ciaramella, salvo colpi di scena, approderà alla corte di Nunzio Antignani, presidente dell’Ħamrun Spartans Football Club, squadra milita nella massima divisione del campionato maltese.

LA PROPOSTA DA MALTA«Ho ricevuto giorni fa richieste dal direttore Governucci per il prossimo anno. -conferma mister Ciaramella- A quelle richieste ho ribadito di un rapporto in essere con la Puteolana che non avrei scisso viste le ambizioni e la volontà di portarlo a termine e di vederlo realizzato. L’Hamrun domenica ha perso e deciso conseguentemente di esonerare l’attuale allenatore Emanuele Blasi (vecchia conoscenza del calcio italiano); è venuto fuori il mio nome per la nuova candidatura di allenatore. E’ chiaro che per me sarebbe un’ottima opportunità professionale, ma ci tengo molto a precisare che le due decisioni non sono in alcun modo legate e ribadisco che se la società avesse onorato il progetto non avrei mai lasciato Pozzuoli.»