AREA FLEGREA – Nella giornata di oggi Federfarma Napoli ha comunicato all’ASL Napoli 2uro Nord il recesso dall’accordo firmato ieri presso la Direzione dell’ASL, inerente la possibilità per l’Azienda di inviare presso le farmacie del territorio i pazienti che necessitano di un tampone di controllo ai fini della “liberazione” dalla quarantena, senza determinare un aggravio economico per i cittadini. L’accordo nasceva dalla necessità da parte dell’Azienda di prescrivere un maggior numero di tamponi; quotidianamente la scorsa settimana per i soli pazienti della Napoli 2 Nord sono stati effettuati 18.600 tamponi (molecolari e antigenici) che hanno fatto emergere circa 4.400 positivi. A fronte di tali volumi, l’Azienda Sanitaria Napoli 2 Nord – pur essendo la realtà del Sistema Sanitario Regionale che processa più tamponi in Campania – riesce a lavorare ogni giorno circa 5000 molecolari.

TAMPONI GRATIS – La soluzione del tampone di controllo effettuabile gratuitamente (per il cittadino) presso le farmacie del territorio avrebbe permesso all’Azienda di poter aumentare la propria capacità diagnostica di circa 3000 tamponi al giorno, per un guadagno che sarebbe stato assicurato dall’ASL alle farmacie di 9 euro per ciascun tampone. L’accordo con le farmacie avrebbe permesso di garantire i tempi corretti per la “liberazione” dei pazienti, in considerazione della minore capacità diagnostica dell’Azienda in rapporto ai bisogni di questa fase pandemica. Nella nota di recesso pervenuta oggi all’Azienda Sanitaria, la dirigenza Federfarma Napoli ha indicato quale controproposta la tariffa di 15 euro a tampone contro i 9 euro concordati e l’offerta di 3000 tamponi gratuiti. L’Azienda Sanitaria ha già dato mandato al proprio Ufficio Legale di verificare se sussistano gli estremi per una richiesta di risarcimento nei confronti di Federfarma Napoli, in ragione del danno ricevuto dalla recessione immotivata e unilaterale dall’Associazione all’accordo. A fronte dell’imprevedibile e repentino mutamento dell’Associazione Federfarma Napoli, l’ASL annuncia che l’accordo continuerà con le farmacie aderenti all’Associazione di categoria Assofarma Napoli.