viaG3MONTE DI PROCIDA – La buona notizia è che dopo la nostra segnalazione, il manto stradale di via Giovanni da Procida è stato parzialmente rattoppato. La cattiva è che l’arteria che collega la periferia con il cuore pulsante del paese versa ancora in condizioni a dir poco disastrate.

L’ANNUNCIO DELL’ASSESSORE – Era il 23 luglio quando, attraverso la nostra testata giornalistica un cittadino residente in zona sollecitava il Comune ad intervenire con urgenza al fine di mettere in sicurezza succitata tratta. Il giorno 27 dello stesso mese, l’assessore alla Viabilità Salvatore Capuano annunciava sul social network di Facebook che «sono stati effettuati i lavori per il ripristino di via Giovanni da Procida». Sì, ma alla meno peggio.

via G2IL RATTOPPO – Buche e voragini sono infatti state ricoperte attraverso toppe e gettate di cemento e brecciolino, tra l’altro neppure compattati. Sembra inoltre oramai un complemento “d’arredo”, parte integrante del paesaggio un bidone posizionato all’interno di un tombino, probabilmente ad indicare la presenza del pericolo. Una sorta di segnaletica “alternativa” che, nei fatti, rappresenta essa stessa un pericolo. Non solo, come se non bastasse, polvere e brecciolino rendono particolarmente scivoloso il manto stradale, specie per ciclisti e motociclisti.

viaG1STRADA ANCORA PERICOLOSA – E’ ben noto che quando si eseguono lavori di manutenzione il Comune ha l’obbligo di rimuovere qualsiasi pericolo e di ripristinare le strade in perfetto stato. Ma ciò, a quanto pare, in via Giovanni da Procida non è avvenuto. La sensazione, in prospettiva neanche troppo futura, è che il rattoppo durerà molto poco: finché i lavori non saranno eseguiti ad hoc, la strada rischierà di trovarsi ciclicamente nelle stesse pietose condizioni di una settimana fa.