marcia 1MONTE DI PROCIDA – “Nel Mare della Legalità”: questo il nome delle giornate anti-camorra organizzate dal Circolo didattico “Dante Alighieri” di Monte di Procida sotto la direzione della dottoressa Assunta Iannuzzi, in concomitanza con l’anniversario della morte di Don Peppe Diana barbaramente assassinato dalla camorra. La kermesse iniziata venerdì 18 marzo con una lezione di legalità svoltasi presso l’Aula Collegio del Plesso “Capoluogo” e a cui hanno preso parte il Maresciallo dei Carabinieri della Stazione di Monte di Procida, Giuseppe Perna ed il Sindaco Giuseppe Pugliese è stata un momento di confronto tra istituzioni e piccoli cittadini riguardo i principi che sono alla base del vivere sociale.

marcia 2LA MARCIA DELLA LEGALITA’ – La marcia della legalità svoltasi nella mattinata di martedì 22 marzo, ha visto la partecipazione di più di 100 alunni delle classi IV e V, che in cammino dal plesso scolastico “Capoluogo” sono giunti sino al Municipio di Monte di Procida. Qui presso l’aula consiliare “Ludovico Quandel”, gli alunni hanno raccontato il frutto del lavoro di riflessione ed approfondimento sul tema della legalità, svolto in questi mesi con l’ausilio dell’Associazione Libera, la Guardia di Finanza, l’Arma dei Carabinieri e l’Associazione Nav (Nucleo Ambientale Volontario) Campania.

marcia 3LA SODDISFAZIONE DEL SINDACO – Una vera festa della legalità, a cui orgogliosamente ha partecipato anche il Primo Cittadino di Monte di Procida. «La manifestazione odierna rappresenta un viatico importante per quelli che saranno i cittadini del futuro. La legalità è il rispetto e la pratica delle leggi – sottolinea il sindaco Giuseppe Pugliese – che vanno giorno dopo giorno osservate. Parlare di legalità con futuri cittadini nell’aula consiliare “Ludovico Quandel”, sede del parlamento di Monte di Procida, dove si decidono le sorti del nostro paese, assume una valenza maggiore. E’ qui che attraverso l’azione quotidiana si contrastano eventuali forme di criminalità». Inoltre, il sindaco Giuseppe Pugliese ha tenuto a ribadire l’importanza della collaborazione tra le istituzioni e le associazioni come Libera, che da anni è impegnata su tutto il territorio nazionale nella lotta contro le mafie. Affinché la memoria non vada perduta, è intenzione dell’Amministrazione Comunale organizzare altri momenti a sostegno della legalità.