via-solferino-1MONTE DI PROCIDA – Forse qualche verbale per divieto di sosta potrebbe essere un buon deterrente per chiedere agli automobilisti di non parcheggiare lungo la strada. Siamo in una traversa di via Solferino, “croce e delizia” dei residenti in zona. L’arteria che mette in collegamento via Torrione con via Roma, sebbene sia a doppio senso di circolazione, da mesi oramai è terra di nessuno: i veicoli parcheggiati indistintamente su ambo i lati della carreggiata la rendono impercorribile. E se da un lato i pedoni si ritrovano, loro malgrado, costretti ad invadere le corsie per attraversarla, dall’altro centauri e automobilisti per scansarsi sia gli uni che gli altri sono obbligati a farsi spazio tra specchietti laterali, pedoni, ciclisti, mezzi a due e a quattro ruote parcheggiati selvaggiamente e vetture che provengono dall’opposto senso di marcia.

LA POLEMICA – A sollecitare le forze dell’ordine affinché provvedano ad infondere senso civico negli automobilisti, sono alcuni cittadini soliti percorrere via Solferino, esausti di una situazione di inciviltà che si protrae da troppo tempo e ad ogni ora del giorno e della notte. «E’ assurdo che a tutt’oggi siano così tanti gli automobilisti che non rispettano le regole basilari del codice della strada – spiegano – sicuramente via Solferino è una strada di periferia, poco frequentata, ma non per questo di “serie b”, anche qui è importante che siano effettuati i dovuti controlli. La sosta selvaggia è una piaga di questo paese che soltanto attraverso sanzioni e provvedimenti utili può essere debellata».