Ad arrestare i malviventi i carabinieri della stazione di Monte di Procida
Ad arrestare i malviventi i carabinieri della stazione di Monte di Procida

MONTE DI PROCIDA – Avevano sferrato un pugno in pieno volto ad un disabile per portargli via appena 150 euro. Ma ieri i due rapinatori che avevano messo a segno il colpo in piazza Sant’Antonio, nel piccolo comune di Monte di Procida, sono stati identificati, grazie alle telecamere di videosorveglianza presenti in strada, e sottoposti a fermo.

GLI ARRESTI – Ieri i carabinieri della stazione di Monte di Procida hanno sottoposto a fermo per rapina Luigi Santos Capuano, 29enne del posto, e Gaetano Marsico, bacolese di 22 anni.

IL RAID – Dalle indagini dei militari dell’Arma locale è infatti emerso che, lo scorso febbraio, i due malviventi avevano messo a segno una rapina ai danni di un passante 50enne del luogo, una persona affetta da disabilità. Nel corso della rapina, grazie alla quale erano riusciti a portar via il portafogli contenente la somma di 150 euro, i due avevano aggredito la povera vittima sferrandogli un pugno in pieno volto.

LA RICOSTRUZIONE – Dopo la rapina e la denuncia presentata dal 50enne, sono state avviate le indagini da parte dei militari che hanno visionato le riprese delle telecamere di videosorveglianza della piazza. E dai fotogrammi, i carabinieri sarebbero riusciti a risalire proprio ai due giovani. A quel punto i malviventi sono stati raggiunti presso le proprie abitazioni e sottoposti a fermo in attesa della convalida dell’arresto.