MONTE DI PROCIDA – Musica ad alto volume e schiamazzi di giovani comitive. Il sonno in via Miliscola è un miraggio. All’origine delle lamentele dei residenti ci sono i decibel in eccesso provenienti da alcuni locali notturni. Ma persistono pure i rumori molesti dei fuochi d’artificio fatti brillare nel bel mezzo della notte. Piovono, soprattutto nelle ultime settimane, le segnalazioni indirizzate al sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese. «Evidentemente il problema, che le abbiamo posto da quando è stato eletto, potrà sembrarle superficiale, ma ci creda per noi è di primaria importanza – scrive un residente al primo cittadino -. Abitiamo a Miliscola e ogni estate immancabilmente, come di consuetudine tutti gli anni, la musica ad alto volume s’intrufola nelle nostre case. Musica che raggiunge l’apice del sonoro di sera, continuando fino a tarde notte. Noi ci svegliamo per andare al lavoro la mattina presto, e non capisco per quale motivo dobbiamo sorbirci questo fastidio».

L’SOS AL SINDACO – «In altre città l’orario viene rispettato, perché a Miliscola non lo si rispetta? E’ un atteggiamento di estrema inciviltà disturbare la quiete notturna tenendo ad altissimo volume la musica», si legge ancora nella missiva indirizzata al Comune. Le famiglie del posto hanno spesso sollecitato pure l’intervento delle forze dell’ordine ai fini di ripristinare la quiete pubblica.