incendio via Panoramica 1MONTE DI PROCIDA – Ancora fiamme nel comprensorio flegreo. Stamane, intorno alle 11 è divampato un incendio in un terreno incolto di via Panoramica, scatenando il panico tra i residenti delle abitazioni circostanti. Immediato l’allarme ai Vigili del Fuoco intervenuti prontamente per spegnere il rogo. Sul posto sono giunti anche i volontari della Protezione Civile Falco, dando man forte ai pompieri contro le lingue di fuoco che, a causa del caldo e del forte vento si propagavano velocemente.

incendio via Panoramica 2A FUOCO UN TERRENO INCOLTO – Una corsa contro il tempo su in terreno di circa 1500 metri quadrati. Gli Agenti di Polizia Municipale hanno invece provveduto sin da subito a mettere in sicurezza la zona circostante, nonché la Provinciale che mette in collegamento la periferia con il cuore pulsante del paese, Piazza XXVII Gennaio. Ignote le cause dell’incendio. Sta di fatto, però, che mentre non si esclude la mano di qualche piromane, è di tutta evidenza che il rogo sia stato alimentato dalle sterpaglie presenti, in barba al provvedimento emesso nel mese di aprile scorso dal Primo Cittadino attraverso cui si ordinava ai cittadini di liberare dalle erbacce ed a mantenerli puliti da cespugli, rovi, ramaglie, erbe secche, arbusti e piante arboree infestanti, giardini privati o fondi rustici. Operazione, quest’ultima, che in diverse aree del piccolo centro flegreo, non è mai avvenuta. Nello spegnere le fiamme, i vigili del fuoco si sono accorti della presenza di rifiuti d’ogni genere, persino ingombranti e ferri arrugginiti, “nascosti” tra la fitta vegetazione, malcostume fin troppo diffuso, soprattutto in via Panoramica.

DSCN2172CITTADINI SUL PIEDE DI GUERRA – Il rogo, fortunatamente, non ha causato danni e feriti ma solo tanta preoccupazione per le abitazioni vicine. I residenti chiedono alle autorità competenti maggiori controlli ed eventuali sanzioni nei confronti di quanti non rispettano il piano di prevenzione e lotta agli incendi adottato dal sindaco Giuseppe Pugliese, come da ordinanza.