Incidente Monte di Procida (6)MONTE DI PROCIDA – Una carambola infernale prima della tragedia. L’auto sulla quale viaggiavano Valentina e Annabella è finita fuori strada, ha invaso la corsia di marcia opposta, poi il marciapiedi, ha travolto un palo della luce, è entrata nel parcheggio di uno chalet dove ha sfondato la ringhiera e il muretto prima di fare un volo di 60 di metri in una scarpata. Le due amiche sono state sbalzate dalla Toyota Yaris che è finita 15 metri più in fondo. Lo schianto non ha lasciato scampo a Valentina Schiano, 20 anni, residente a Monte di Procida con i genitori e le sorelle. Si trovava lei alla guida dell’auto. La ragazza, studentessa di Medicina, è morta sul colpo. L’amica Annabella Di Meo, anch’essa 20enne, nonostante le ferite, è riuscita a mettersi in contatto telefonico con parenti e soccorritori  dando lei l’atroce notizia «La mia amica Valentina è morta».

Incidente Monte di Procida (25)IL DRAMMA –  La tragedia si è consumata questa mattina poco prima di mezzogiorno, in uno dei luoghi più belli dei Campi Flegrei, lungo via Panoramica a Monte di Procida, la strada degli chalet e dal panorama mozzafiato. Una tranquilla mattinata rotta dalle urla di chi ha visto quell’auto cadere giù e perdersi tra la vegetazione lungo il costone che affaccia su Miliscola. Sul posto sono intervenuti immediatamente carabinieri, polizia municipale, uomini della capitaneria di porto, vigili del fuoco, sanitari del 118 e volontari della protezione civile. Ma la zona impervia ha reso necessario l’intervento di un elicottero, l’unico mezzo con il quale è stato possibile raggiungere le due ragazze. Minuti di angoscia vissuti dai parenti giunti sul posto con voci e smentite che si rincorrevano: “sono morte due ragazze”, “ci sono 3 feriti e un morto”, “una è morta e una è ferita”. Quest’ultima voce poco dopo ha trovato conferma.

Incidente Monte di Procida (23)I SOCCORSI – Annabella era ancora viva quando è stata raggiunta dai soccorritori, mentre per la povera Valentina non c’è stato nulla da fare. La sua salma è stata recuperata poco dopo le 15 e trasferita presso il centro di medicina legale del Secondo Policlinico di Napoli, posta sotto sequestro dal Pm di turno che ha disposto l’autopsia. Per Annabella invece la corsa in ospedale, al “Santa Maria delle Grazie” di Pozzuoli dove è ricoverata al terzo piano nel reparto di Chirurgia. La giovane non è in pericolo di vita, per lei problemi al fegato e a un polmone. Intanto si cercano di capire le cause alla base della tragedia, capire come l’auto sia finita in quella carambola infernale.

Incidente Monte di Procida (5)LE IPOTESI – Tra le ipotesi non si escludono l’alta velocità, una distrazione da parte della conducente che avrebbero provocato la perdita di controllo del mezzo o un guasto tecnico all’auto. Ma siamo nel campo delle supposizioni, a fare chiarezza saranno le indagini affidate ai carabinieri della stazione di Monte di Procida e ai colleghi della Compagnia di Pozzuoli che hanno ascoltato la giovane sopravvissuta. Utili alle indagini potrebbero essere le immagini delle telecamere installate all’esterno dei locali che sorgono lungo via Panoramica.