shower-water-kids-summer-play-hot-weather
Ecco 10 consigli per proteggersi da Caronte

di Roberto Sabatano
CAMPI FLEGREI –
Stiamo per entrare nel tunnel infuocato dell’anticiclone africano che per svariati giorni, infuochera’ l’Italia, in modo particolare al Centro-Sud dove, localmente, le temperature percepite dal corpo umano, potrebbero avvicinarsi ai 40 gradi.

10 CONSIGLI UTILI – Ecco ora alcune importanti delucidazioni su come proteggersi dal grande caldo.
1) Evitare di uscire nelle ore di punta soprattutto nella fascia oraria che va dalle ore 12 alle ore 17.
2) Bere moltissima acqua fresca o a temperatura ambiente, non consumare mai acqua toppo gelata. Una maggiore attenzione per gli anziani che con l’avanzare dell’età non sentono più lo stimolo della sete e che, quindi, dovranno bere anche senza bisogno.
3) Mangiare cibi freschi e leggeri: Usare molta frutta e verdura; Preferire pasta e carboidrati a carne e formaggi fermentati. Evitare di consumare cibi troppo caldi.
4) Preferire abiti dai tessuti freschi con colori chiari e non aderenti.
5)  Evitare il flusso diretto di ventilatori o condizionatori e le correnti d´aria. L’uso dei climatizzatori è consentito ma è importantissimo pulire i filtri periodicamente. Tenere la temperatura sui 25-27 ºC, per evitare bruschi sbalzi termici.
6)  Rinfrescarsi: Fare spesso bagni o docce con acqua tiepida.
7)  Limitare l’utilizzo del pannolino, sia nei bimbi che negli anziani,  per non irritare troppo la pelle.
8) Per i malati: chiedere consiglio al medico se l’uso dei farmaci assunti potrebbe causare reazioni particolari con il caldo. Un occhio di riguardo per i diabetici e per  chi soffre di ipertensione.
9) Passare il tempo in ambienti pubblici refrigerati negozi, centri commerciali ecc.
10) Se siete in casa e fa caldo, cercate di limitare l’entrata del caldo dall’esterno magari chiudendo le finestre nelle ore piu’ calde per poi riaprirle solo in tarda serata per cercare di far abbassare un po’ la temperatura interna
11) Cercate di far uscire, solo in caso di particolare necessita’, i soggetti piu’ a rischio quindi bambini ed anziani.

IN CASI DI EMERGENZA – Se state assistendo una persona vittima di un colpo di calore, la prima cosa da fare è chiamare immediatamente i soccorsi ma nell’attesa fate sdraiare la vittima in posizione supina in luogo fresco sollevare le gambe e fare spugnature con acqua fredda; se la persona è cosciente, somministrare dei liquidi non ghiacciati.