POZZUOLI – Canali di scolo ostruiti, strade invase dal fango e abitazioni allagate. E’ un primo bilancio dell’ondata di maltempo abbattutasi questa mattina sul territorio dei Campi Flegrei. Ancora una volta le zone più colpite dal nubifragio sono via Campana e la zona del Bivio a Quarto, nonché via Giulio Cesare e l’area di Miliscola a Bacoli. Non va meglio per l’arteria di via Napoli a Pozzuoli, l’area collinare di Cigliano, i quartieri di Monterusciello e Licola. La persistenza delle precipitazioni fa tornare gli abitanti flegrei sul piede di guerra affinché venga concretizzato una volta per tutte un intervento di prevenzione e di bonifica. Nelle zone periferiche i canali laterali non riescono, infatti, mai a riparare alla furia dell’acqua perché del tutto ricoperti da melma, rifiuti, erbacce e materiale speciale.

I DANNI – Le cause degli allagamenti sono da ricercarsi secondo la cittadinanza nel fatto che manchi una reale manutenzione e pulizia degli spazi, spesso chiusi e ricoperti anche dal cemento. Le segnalazioni e le denunce per affrontare tale situazione emergenziale, che si registra sempre più nelle periferie, come Licola, giungono con forza al Comune di Pozzuoli, sollecitato in diverse occasioni nella bonifica delle aree a rischio. Basta un temporale per mettere in ginocchio la zona di Cigliano dove si verificano soventemente frane, smottamenti e allagamenti per le abitazioni poste nelle vicinanze. Per ora chi vive in questa area collinare non può fare altro che controllare costantemente la galleria e gli snodi vari. Bastano infatti pochi millimetri di pioggia perché le acque invadano le strade. Nella zona del Bivio a Quarto l’acqua fa riemergere ogni volta questa densa coltre di fanghiglia che copre l’asfalto e mette a rischio l’incolumità di chi transita lungo le strade. Pericoli anche per i passanti per il manto scivoloso.