di Gennaro Del Giudice

vicinale recapito1
Il cane morto in via Vicinale Recapito

LICOLA – Dopo i rifiuti anche gli animali finiscono nella discarica della vergogna tra Licola e Varcaturo. E’ quanto di orrendo è possibile vedere in via Vicinale Recapito, stradina che collega via Madonna del Pantano e via Masseria Vecchia . In questa strada, da tempo bersagliata dagli incivili che scaricano rifiuti di ogni genere, da ieri mattina (mercoledì 1 aprile) il cadavere di un cane di grossa taglia taglia giace sul margine della carreggiata. Un triste e orrendo spettacolo a pochi passi dalle abitazioni e da un istituto scolastico, lungo una strada in cui nei giorni scorsi decine di volontari si erano adoperati per ripulire la zona da tonnellate di rifiuti abbandonati indiscriminatamente.

 

vicinale recapito2
Il cane morto

UCCISO E GETTATO? – Sulla presenza di quel grosso cane morto qualcuno avrebbe visto un’auto (pare una monovolume) scaricare il cadavere sul ciglio della strada. Voci che farebbero ipotizzare l’uccisione o la morte dell’animale in un altro luogo. Non si esclude nemmeno l’ipotesi secondo cui quel cane sarebbe stato investito da un’auto pirata che anzichè soccorrerlo l’avrebbe poi lasciato a terra. L’unica “certezza” è che quel grosso animale giace lungo la strada dalla tarda mattinata di mercoledì 1 aprile e dopo 24 ore nessuno ancora è intervenuto nè per rimuoverlo nè per constatare le modalità del decesso.

 

LE INDAGINI – Utili ad eventuali indagini potrebbero essere le telecamere di sorveglianza installate lungo la vicina Via Madonna del Pantano. Occhi elettronici montati per combattere il fenomeno dell’abbandono di rifiuti che purtroppo continua in maniera massiccia proprio in via Vicinale Recapito dove, dopo i rifiuti, sembra essere iniziata l’orrenda pratica dell’abbandono di animali morti.