Loris e Daniele
Loris e Daniele

Messaggio: Sono trascorsi dieci anni da quel terribile episodio che provocò la morte di due splendidi ragazzi: Loris, accoltellato per motivi di gelosia e Daniele, accoltellato per aver tentato di soccorrere l’amico. Subito qualche domanda; è servito il sacrificio di due giovani vite umane? Si è fatto qualcosa per evitare manifestazioni di violenza in tutti i campi, in particolare sulle donne.

L’Associazione “L’amico del cuore”, la sua Presidente Carmen Del Core, con Libera, stanno svolgendo in questi anni un importante ruolo di aggregazione dei giovani nel nome di Loris e Daniele, ma credo che abbiano bisogno di sostegno e di collaborazioni, a partire dalle scuole, per salvaguardare , tutelare e rilanciare i valori della giustizia, della solidarietà, della legalità, della tutela dell’ambiente, dell’amore per la propria terra.

La violenza non è solamente fisica e verbale, ma è anche psicologica. Si violentano l’ambiente e la natura per affari. Per tentare di dare il nostro contributo, abbiamo realizzato il progetto “Un ponte verso il bioscanner” con l’Associazione Acli Dicearchia, quale segnale sulla prevenzione sanitaria in una realtà in cui sono in crescente aumento le patologie oncologiche, provocate soprattutto dall’inquinamento ambientale a seguito del traffico illecito dei rifiuti e per il vergognoso episodio dei roghi tossici.

Nel contempo, diverse Associazioni, con il sostegno delle organizzazioni sindacali del comprensorio flegreo-giuglianese, si sono costituite in coordinamento per avviare confronti con i rappresentanti istituzionali a livello locale e regionale per creare condizioni di sviluppo e di occupazione, attraverso l’utilizzo dell’inestimabile patrimonio storico-artistico-culturale, delle preziose risorse, quali il mare, il termalismo, la geotermia, lo stesso fenomeno del bradisismo. una rete di servizi nel settore turistico-culturale.

Non è semplice, è un lavoro faticoso e che richiede tempi lunghi, ma abbiamo il dovere di impegnarci per onorare la memoria di Loris e Daniele, per esprimere concretamente la nostra solidarietà alle tante persone che hanno subito varie forma di violenza. Dobbiamo fare rete, unire le forze, per far sì che i sacrifici di giovani vite umane non siano stati inutili, per lanciare un segnale di speranza che è possibile invertire la tendenza , ottenere risultati positivi ed un futuro diverso e migliore per le nuove generazioni.

Ciro Di Francia – Presidente del Co.As. (Coordinamento Associazioni comprensorio flegreo-giuglianese).