foto 2
Il proprietario del Magic World è stato trovato sotto ad un albero

LICOLA – Freddato con quattro colpi di pistola al volto sulla Domitiana, a Giugliano. È stato ucciso così Cesare Basile, 68 anni, uno dei soci del Magic World, il parco acquatico di Licola. Ammazzato con un colpo al collo e tre al volto. Il corpo dell’uomo è stato trovato sotto un albero, tra la sterpaglia, lungo una stradina sterrata poco prima del ristorante Di Francia. Il cadavere è stato scoperto da un extracomunitario che passava di lì. L’arma usata è una calibro 22. Sul posto la polizia di Giugliano e la scientifica per i rilievi. Secondo le prime ricostruzioni il 68enne sarebbe stato portato sul posto e poi giustiziato.

 

IMPRENDITORE E POLITICO – Basile, molto conosciuto a Giugliano per le sue attività imprenditoriali, negli anni scorsi è stato candidato sindaco a Giugliano. Uscito sconfitto dalla tornata elettorale, diventò consigliere comunale. Da sempre le sue attività economiche si erano concentrate nelle località di Varcaturo e Licola, lungo la fascia costiera, alla periferia di Giugliano. Tra i soci fondatori del Magic World, inaugurato nel 1998, è il parco più grande del sud Italia. Situato a pochi chilometri da Napoli, si suddivide in due grandi aree: un parco divertimenti con giostre ed un parco acquatico attivo solo nei mesi estivi.

 

LE FOTO

[cronacaflegrea_slideshow]