Carabinieri1BAGNOLI – “Troppo vicini” per vendere sigarette di contrabbando, giovane accoltella un 42enne e viene arrestato dai carabinieri. E’ accaduto nel quartiere di Bagnoli dove i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti d’urgenza in seguito a una richiesta di aiuto pervenuta al 112 con la quale era stato segnalato l’accoltellamento di una persona. Giunti in via Campi Flegrei i militari hanno bloccato e tratto in arresto Carlo Bitonto, 20 anni, residente a Bagnoli, resosi responsabile di lesioni personali aggravate a un 42enne e di porto abusivo di coltello.
CONTRABBANDIERI CONCORRENTI – Nel corso dei conseguenti accertamenti è emerso che il motivo dell’aggressione era una lite scoppiata per la vendita di sigarette di contrabbando nello stesso posto tra la vittima 42enne e i genitori del 20enne. Al culmine della discussione, il giovane ha aggredito il 42enne di Bagnoli sferrandogli vari fendenti, venendo bloccato e disarmato dai carabinieri. L’arma usata per il ferimento è stata rinvenuta e sequestrata. Il 42enne è stato portato all’ospedale San Paolo dove i medici gli hanno riscontrato “ferite alla coscia sinistra e al dorso con piccole escoriazioni alla testa” guaribili in 10 giorni. L’arrestato è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.