Salvatore D'Urso insieme al suo istruttore Luca Del Giudice
Salvatore D’Urso insieme al suo istruttore Luca Del Giudice

POZZUOLI – Quando la passione è capace di far superare ogni barriera, attraverso l’amore per lo sport, i sacrifici e l’impegno costante. Questo il mix vincente che ha consentito al 15enne Salvatore Urso di Quarto di vivere una domenica da sogno. Alla piscina comunale comasca di Cantù, dove la società sportiva Briantea ’84  ha organizzato i Campionati Italiani Promozionali Giovanili di nuoto paralimpico, sono stati assegnati ai 70 atleti partecipanti provenienti da 21 società italiane ben 116 medaglie e 18 record (tra assoluti e di categoria).

 

IL RECORD – Primato assoluto per il giovanissimo Salvatore, che fa nuoto da quando aveva 9 anni a livello agonistico e che gareggia nella classe S12 (ipovedenti) categoria ragazzi (classi ‘97 ‘98 e ‘99). Nel corso della manifestazione Salvatore ha vinto 2 ori nelle specialità 50m stile libero e 100m farfalla (50m stile: 33.98” e 100m farfalla:1’35.10”, migliorando il record di categoria e quello assoluto). Tesserato con la società Noived di Napoli, del presidente Rocco De Icco, Salvatore prosegue il suo impegno nell’attività agonistica attraverso la guida di Luca Del Giudice, istruttore presso lo Sporting Club Flegreo, dove il 15enne si allena.