LA STORIA – L’emergenza sanitaria da covid-19, soprattutto durante la sua prima fase, ha rappresentato un grave pericolo soprattutto per le persone più anziane eppure anche per loro esistono delle storie a lieto fine. E’ il caso della signora Liana, donna centenaria, che nonostante la sua veneranda età è riuscita a superare indenne il coronavirus ed una frattura al femore.

IL RACCONTO – «Lo scorso 10 agosto mia mamma scivolando in casa si è procurata una frattura al femore e così l’abbiamo portata in ospedale, al San Paolo. -racconta Maria Cristina, la figlia della donna- Dopo un paio di giorni ci è stato comunicato dalla direzione sanitaria che mamma era stata trasferita all’ospedale del Mare poiché era risultata positiva al test per il covid-19. Non ci eravamo accorti di niente perché era asintomatica, noi tutti in famiglia stiamo bene e siamo risultati negativi ai test. Ovviamente è stata messa in isolamento e così le abbiamo fatto recapitare un cellulare per poter comunicare con lei e tranquillizzarla, in quanto era molto preoccupata per l’operazione al femore che avrebbe dovuto subire, infatti non voleva sottoporvisi. Una volta terminata la quarantena, mamma è stata portata al San Giovanni Bosco e li abbiamo trovato grandissima professionalità e cortesia, soprattutto quelle del professore Pagliuca, e così mamma si è tranquillizzata e si è lasciata operare. Ora è serena e tranquilla».

PARLA IL MEDICO – «Ora la signora Liana, appena sarà passato l’effetto dell’anestesia, comincerà la riabilitazione che andrà avanti per circa un mese. La signora è molto arzilla e pimpante, siamo tutti molto contenti.» ha spiegato il professor Salvatore Pagliuca, ortopedico del San Giovanni Bosco. «In questo clima così pesante e preoccupante, una bella storia come questa credo che regali a tutti coraggio ed un sorriso, era quello che ci voleva. Auguri e complimenti alla signora Liana e anche allo staff sanitario che l’ha curata e seguita» ha dichiarato il Consigliere Regionale dei Verdi-Francesco Emilio Borrelli, membro della commissione sanità, a cui è stato segnalato il caso della signora centenaria.