POZZUOLI – Con un comunicato apparso quest’oggi su Facebook e immediatamente rimosso, la società Puteolana 1902 ha reso note le dimissioni del direttore sportivo Massimo Cavaliere. Della vicenda, l’ormai ex direttore ha discusso pochi minuti fa ai nostri microfoni: “Non sento il Presidente da tempo, non ho avuto più contatti con lui. Non abbiamo mai avuto un confronto diretto per la gestione e la continuazione del nostro rapporto lavorativo ma Emanuele da amico qual è, ha giustamente dedotto che non c’erano più i presupposti perché continuasse. Non aveva più senso continuare. Da Dicembre abbiamo visioni diametralmente opposte in merito alla gestione societaria, viaggiamo su binari differenti, fin quando per il bene della Puteolana si poteva chiudere un occhio, adesso credo non sia più possibile. La mia visione era ed è quella che la proprietà sia ceduta per restituire serenità al progetto; questo a prescindere dalla mia permanenza in società perché sia chiaro: in tutti gli incontri avuti per la cessione della Puteolana 1902 ho sempre fatto presente di non dare per scontata la mia permanenza in società.

L’AMAREZZA – Apprendo tramite i comunicati di questo nuovo assetto societario; -spiega Cavaliere – sono tutte persone che conosco personalmente e che stimo ma credo che adesso la priorità sia quella di restituire serenità alla rosa. Fino a dicembre non c’era questione che non fosse discussa prima tra il presidente e il sottoscritto, ma non ho remore a riguardo. E’ un peccato perché ho fatto e dato davvero tutto quanto fosse nelle mie possibilità andando anche oltre quelle che erano le mie mansioni; e l’ho fatto per condurre in porto questa barca nel miglior modo possibile. Ad ogni modo credo che il lavoro fatto a Pozzuoli sia agli occhi di tutti. Pozzuoli è una piazza nella quale non sono mai riuscito a giocare da calciatore ma credo non abbia eguali in Campania. Ci sono persone che vivono di calcio e che ancora continuano a mandarmi messaggi di approvazione e gratitudine per il mio operato: fa piacere. Mi auguro un giorno di poter tornare a sedermi in curva ed essere benvoluto a vedere la mia squadra”.

L’AFFETTO – Una cadenza particolare al possessivo “mio” perché Massimo Cavaliere ha vissuto questi mesi tribolati cercando in tutti i modi come un padre, di difendere “una mia creatura. Questa è una squadra davvero forte. Sono ragazzi sensazionali che credo anzi sono sicuro abbiano ancora l’80 o il 90 per cento di essere in serie D il prossimo anno e posso metterlo per iscritto. Non lo dico perché ne sono l’artefice, ma semplicemente perché il valore di questi ragazzi è evidente e credo lo meritano a prescindere da tutto, fermo restando che riescano da qui alla fine della stagione ad operare in tranquillità. Auguro davvero tutto il bene alla Puteolana, una piazza per la quale torno a ripetermi ho dato tutto.”

NUOVE FIGURE – La società, come si diceva, ha rimosso dai social il comunicato con il quale pubblicava le dimissioni di Cavaliere: che ci sia stato un ripensamento? Nel frattempo la Puteolana ha ufficializzato le nuove figure societarie di Luca Porta come nuovo direttore tecnico ed Arcangelo Sessa nelle vesti di direttore generale.