A sinistra il manifesto corretto, a destra quello "incriminato"
A sinistra il manifesto corretto, a destra quello “incriminato”

QUARTO – E’ servita la nostra “segnalazione”, il manifesto del Pd che conteneva un errore grammaticale non proprio dei più “sorvolabili”, è stato prontamente corretto. Uno svarione dovuto a distrazione secondo il segretario cittadino del Partito Democratico, Antonio Iovine che si scusa con tutti gli elettori e non del suo partito. E che inoltre precisa non essere inviato (ancora) alcun documento in tipografia per la relativa stampa, ma che si trattava soltanto di una immagine pubblicata su Facebook.