POZZUOLI/QUARTO – Centodieci regali consegnati alla vigilia e nel giorno di Natale in giro per i quartieri di Monterusciello, Licola, Toiano, nel centro storico di Pozzuoli, a via Napoli e in ogni angolo della città di Quarto. Una maratona di solidarietà a cui hanno partecipato una quindicina di volontari delle associazioni “Pozzuoli Solidale” e Brigate della Solidarietà” di Quarto, gli stessi che in questi mesi di pandemia si sono contraddistinti per lodevoli iniziative come il “carrello sospeso”, che prevedeva la distribuzione di generi alimentari, e il “Medico solidale”, servizio di assistenza domiciliare ai malati di Covid.

I REGALI DI NATALE – Attraverso il “giocattolo sospeso” le due associazioni sono riuscite a raccogliere giocattoli da destinare ai bambini di famiglie in difficoltà, individuati attraverso le loro precedenti iniziative e i servizi sociali comunali. Un impegno costante che è andato avanti per tutta la notte tra il 24 e 25 dicembre e la sera stessa di Natale. Grande è stata la felicità dei bambini che sono stati raggiunti nei pressi delle loro abitazioni da una banda di 15 Babbi Natale.

LA CALZA SOSPESA – Ma il cuore dei volontari è così grande che la loro opera non si ferma e proseguirà anche per la Befana con “La Calza Sospesa”, che prevede una raccolta di dolciumi attraverso le attività commerciali di Pozzuoli e Quarto che aderiranno all’iniziativa. Insieme alle calze saranno consegnati ancora regali, visto che nei depositi delle associazioni stanno ancora giungendo le donazioni effettuate mediante l’acquisto di giocattoli dalla piattaforma Amazon.