Da sinistra Josi Gerardo Della Ragione e Giuseppe Pugliese

BACOLI – Di questi tempi potrebbe definirsi come una vera e propria challenge dei sindaci che rinunciano allo stipendio per aiutare le persone rimaste senza lavoro e senza soldi. Il primo a prendere l’iniziativa è stato il sindaco di Lacco Ameno che ha lanciato un appello ai suoi ‘colleghi’ perché possano aderire a questa manifestazione di solidarietà. I primi cittadini di Bacoli e Monte di Procida, rispettivamente Josi Gerardo Della Ragione e Giuseppe Pugliese, hanno subito raccolto il testimone. «È partita una bella catena di Sant’Antonio che coinvolge gli amministratori comunali. Un sindaco nomina un altro. Questa mattina ho raccolto il testimone del collega di Lacco Ameno, Giacomo Pascale, da cui parte l’idea e che ringrazio, ed, in diretta alla trasmissione “La Radiazza”, ho nominato il sindaco di Monte di Procida, Giuseppe Pugliese, che ha accettato con egual entusiasmo – racconta il sindaco Della Ragione – . In queste ore tanti imprenditori, tanti cittadini, mi stanno contattando perché vogliono partecipare. Aiutando chi ha bisogno. L’esempio è diventato contagioso. Meraviglioso. Per questo motivo abbiamo immediatamente riattivato il conto corrente bancario per raccogliere fondi utili ad affrontare questa nuova emergenza economica. Vi lascio il C/C Tesoreria Comunale IT76T0503439730000000090010. Basterà aggiungere nella causale “Donazioni COVID-19”. Chi ha, aiuti chi ha meno. Siamo un popolo solidale, una comunità straordinaria. Da questa tempesta ci salveremo solo se resteremo uniti. C’è bisogno dell’aiuto di tutti».