RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Gentile Direttore, l’anno scorso il Comune di Pozzuoli ha inaugurato per la prima volta il nuovo asilo nido comunale “Deledda” a Monteruscello, nostro figlio è stato frequentante dall’apertura fino alla chiusura dell’anno scolastico. In questo nuovo anno scolato 2017/2018, l’amministrazione comunale ha riaperto il bando d’iscrizione senza tenere conto della continuità dei vecchi alunni frequentanti. Per intenderci, i bimbi che hanno frequentato l’anno 2016/2017 concorrono al bando senza avere il diritto di precedenza che permetterebbe loro quella continuità didattica fino all’esaurimento dell’ordine e grado come previsto nelle scuole statali. Abbiamo scritto in tempi ragionevoli via posta elettronica certificata (PEC) al Sindaco e l’Assessore di riferimento. A tutt’oggi, non abbiamo ricevuto risposta alla nostra lettera. Da dopo metà del mese di settembre sono stati affissi i manifesti per la Città e pubblicato sul sito del Comune di Pozzuoli l’apertura del bando d’iscrizione che non chiarisce i tempi di apertura e chiusura del bando; non da garanzie sulla continuità didattica ai vecchi iscritti; non offre un servizio mensa anche se sono state acquistate apparecchiature e installati presso la struttura per la cucina in loco; “apertura” fuori tempo visto che siamo arrivati ad ottobre. A queste perplessità descritte mi domando quali sono i parametri che un’Amministrazione deve valutarsi nel rapporto tra efficacia ed efficienza e azioni programmatiche. Invito l’Amministrazione Comunale ad applicare, nel principio dell’autotutela, quelle necessarie modifiche quanto ciò descritto.

Massimiliano