Foto dell’associazione “Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie”

NAPOLI – Sono migliaia le persone che stamattina hanno marciato tra le strade di Napoli in occasione della ventisettesima Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. L’iniziativa è stata promossa da Libera e Avviso pubblico, in collaborazione con la Rai e con il patrocinio del Comune di Napoli, della Regione Campania e della Fondazione Polis. A precedere i gonfaloni dei Comuni presenti un grande lenzuolo simboleggiante l’arcobaleno della pace. «Siamo a Napoli per incoraggiare la Campania che resiste, fatta di gente perbene che nelle associazioni, nelle cooperative sociali, nelle realtà laiche e religiose, o anche semplicemente assumendosi la propria responsabilità di cittadino, s’impegna per il bene della sua terra e dell’intero Paese. Il nostro cammino di memoria ed impegno si rinnova tornando tra le strade di Napoli perché c’è bisogno di tutte le energie, le intelligenze, le forze e le reti per liberare la città da un potere criminale sempre più forte e violento dopo la pandemia», affermano i rappresentanti di Libera. Il corteo ha attraversato il centro ed è giunto a piazza del Plebiscito, dove sono stati letti i nomi di tutte le 1055 vittime innocenti di mafia.