MONTE DI PROCIDA – Giovedì pomeriggio gli agenti del Commissariato Bagnoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa lo scorso 26 febbraio dal GIP del Tribunale di Napoli con cui sono stati disposti gli arresti domiciliari nei confronti di S.N., 45enne di Monte di Procida, poiché gravemente indiziato di furto aggravato, e l’obbligo di presentazione alla P.G. nei confronti di V.G., 55enne giuglianese, e di F.R., 63enne napoletano con precedenti di polizia, poiché gravemente indiziati di truffa.

FURTO E TRUFFA – II provvedimento cautelare è frutto dell’attività della squadra investigativa del Commissariato Bagnoli, coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli, condotta a seguito della denuncia, da parte di una società di trasporto pubblico, della sottrazione di rilevanti quantitativi di carburante da alcuni bus. I poliziotti, attraverso delle riprese video, hanno raccolto elementi nei confronti di un dipendente in ordine ai furti; nel contempo, hanno anche documentato una diversa attività illecita di altri due dipendenti, uno dei quali ha utilizzato il badge del suo collega per attestarne falsamente la presenza sul posto di lavoro.