QUARTO – Dopo un periodo di chiusura per interventi necessari di manutenzione, oggi, finalmente, riapre l’isola ecologica di Quarto. Ad annunciarlo è il primo cittadino, Antonio Sabino, che snocciola tutte le opere portate a termine. «Grazie ad un finanziamento di circa 70mila euro della Città Metropolitana di Napoli, siamo riusciti a realizzare interventi di restyling strutturale e ammodernamento tecnologico, tra cui: il rifacimento dell’intera pavimentazione in conglomerato per i piazzali di conferimento rifiuti; il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale; il rifacimento degli impianti elettrici degli uffici; l’efficientemente energetico degli uffici; il nuovo impianto di videosorveglianza di controllo da remoto degli accessi e lettura targhe veicoli; l’installazione di 10 telecamere di videosorveglianza sul perimetro dell’intera area e di una telecamera Dome per il controllo a 360 gradi», dichiara il capo dell’esecutivo di Quarto.

RACCOLTA DIFFERENZIATA – Verranno, inoltre messe in funzione tre presse elettriche per carta, cartone e multimateriale, acquistate sempre grazie ad un finanziamento di 110mila euro ottenuto dalla Città Metropolitana di Napoli, al fine di ottimizzare e potenziare sempre più la raccolta differenziata. Tutti gli interventi sono stati portati avanti senza fondi di bilancio comunale, ma intercettando e usando al meglio le risorse provenienti dalla Città Metropolitana. «Abbiamo sfruttato al massimo i quasi 180mila euro ottenuti dalla Città Metropolitana di Napoli per potenziare il servizio a beneficio dei cittadini, migliorare le condizioni di sicurezza del sito per lavoratori e utenti, garantire più trasparenza con la tracciabilità degli accessi e della filiera del rifiuto», conclude il primo cittadino.