QUARTO – Mentre cantava “a vita mia è na tarantell” sono arrivati i carabinieri  e hanno messo fine all’ennesimo concerto abusivo di Marco Calone, figlio del neomelodico puteolano Franco Calone. Il cantante nella notte tra il 14 e il 15 settembre è stato il protagonista di un evento organizzato per festeggiare il compleanno di un 18enne residente in via Trefole, a Quarto. Calone, come già avvenuto a giugno al Rione Toiano di Pozzuoli, aveva montato palco, luci e casse nel cortile di un’abitazione senza alcun permesso. Durante la festa sul posto sono giunti i carabinieri della tenenza di Quarto che erano stati allertati dal 112 per “musica ad alto volume”.  Il loro arrivo è stato ripreso da alcuni invitati e postato su Tik Tok: in un video si vede un Calone che tra l’imbarazzo generale interrompe la sua performance canora. Dopo aver messo fine ai festeggiamenti i carabinieri hanno identificato i presenti e lo stesso cantante che nelle prossime ore saranno sanzionati.