GIUGLIANO – Una 26enne di etnia rom domenica mattina era sul sagrado della chiesa di San Massimiliano Kolbe a chiedere l’elemosina “usando” la figlia di 10 anni. L’hanno vista i carabinieri di Giugliano in Campania che sono intervenuti identificandola e denunciandola per impiego di minori nell’accattonaggio; poi la hanno allontanata. I militari hanno quindi attivato i servizi sociali ed informato il tribunale per i minorenni.