Il 48enne ha chiesto scusa ai poliziotti che lo hanno arrestato

NAPOLI – Ha chiesto scusa ai poliziotti che lo avevano beccato dopo una fuga dagli arresti domiciliari. Luigi Papi 48enne, pluripregiudicato, è stato arrestato dai poliziotti dell’ Ufficio Prevenzione Generale per essersi reso responsabile del reato di evasione dagli arresti domiciliari. Martedì sera gli agenti, durante il servizio di controllo del territorio, nel percorrere via Giovanni Tappia, hanno rintracciato, parcheggiato sotto ad uno stabile, uno scooter che poco prima non si era fermato all’Alt Polizia.

 

LE SCUSE – Immediatamente intervenuti, i poliziotti sono quindi risaliti all’intestatario del motocicl risultato essere proprio Papi. L’uomo, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, in sella allo scooter, alla vista della Volante, era frettolosamente  rientrato in casa. A quel punto i poliziotti sono entrati all’interno dell’ appartamento dell’ uomo, ancora con la porta spalancata, dove lo hanno sorpreso. Papi, nel tentativo di sfuggire all’arresto, ha chiesto quindi scusa ai poliziotti per essersi allontanato da casa. Gli agenti hanno arrestato l’ uomo che in giornata sarà giudicato con il rito direttissimo.