Il logo della lista “Comuni Protagonisti. Uniti per lavoro, ambiente e diritti”

POZZUOLI – “Comuni Protagonisti. Uniti per lavoro, ambiente e diritti”: è il nome della lista che si presenterà alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio della Città metropolitana di Napoli che si terranno il 13 marzo prossimo. Un progetto nato da forze civiche e politiche, già impegnate nelle amministrazioni locali dei comuni dell’area metropolitana, che vuole dare tra gli altri, priorità ai temi del lavoro e dell’ambiente, capace di unire le numerose e variegate esperienze civiche e politiche di sinistra che trovano espressione nei Consigli comunali. L’iniziativa ha già registrato l’adesione di tante realtà dell’area metropolitana, tra le quali Azione in Comune – Massalubrense, Con il Lavoro, demA, Liberiamo Fratta – Frattamaggiore, Napoli 20 30, InPolis Giugliano, Pozzuoli ORA, Rete dei Comuni Free, Rinascita Pomigliano, Spazio a sinistra – Bacoli, Un’Altra Città Quarto e varie altre che di giorno in giorno si stanno aggregando. Il progetto politico “Comuni Protagonisti. Uniti per lavoro, ambiente e diritti” intende dare peso e valore alle esperienze territoriali dell’area metropolitana di Napoli nell’agenda del Consiglio metropolitano, unendosi in questa sfida e guardando a sfide future.

IL DOCUMENTO – «Siamo da tempo in campo – si legge dal documento – per costruire un progetto politico attraverso una rete che tenga dentro tutte quelle realtà che negli anni hanno espresso delle rappresentanze in Consiglio comunale a seguito di battaglie sui territori, su temi quali la difesa dell’ambiente, la valorizzazione culturale, l’occupazione giovanile e del lavoro, la difesa dei beni comuni e dei servizi pubblici, la legalità e la giustizia sociale a favore soprattutto dei più deboli». Temi che sono stati condivisi da tante forze civiche e da tanti Consiglieri comunali nel corso dell’ultimo decennio nel territorio provinciale e che questo progetto ha l’ambizione di rappresentare in Consiglio metropolitano. «La nostra –prosegue la nota – non sarà una lista di apparato ma popolare, che si pone l’obiettivo di dare voce a chi non l’ha mai avuta nel corso di questi anni e che è stato costretto ad affidarsi a questo o quel partito pur di vedere affrontate le problematiche del proprio territorio. Queste elezioni non riguardano soltanto la città di Napoli. Bisogna fare in modo che la Città metropolitana sia composta da un Consiglio rappresentativo del territorio metropolitano» Tra i principali temi posti al centro della proposta elettorale vi è anche la gestione dei fondi del PNRR destinati ai Comuni, i quali transiteranno per l’Ente di Piazza Matteotti. «Questo progetto non guarda con diversità aprioristica nessuna proposta. A partire dalla gestione delle risorse per far in modo da canalizzare correttamente i finanziamenti, e più in particolare, quelli derivanti dal PNRR. Riteniamo che i Comuni debbano essere resi protagonisti, in un’ottica di insieme che vada a valorizzare le singole peculiarità ma, al tempo stesso, anche quegli elementi caratterizzanti, condivisi da più Comuni di una stessa area territoriale. Questo potrà essere garantito soltanto se il Consiglio metropolitano darà voce ai territori recependo le varie istanze. Infine l’appello: «Esortiamo tutti quei Consiglieri comunali protagonisti e attivi nei rispettivi Consigli comunali a unirsi al nostro progetto per dare valore alle battaglie condotte con tanti sacrifici a favore del territorio di appartenenza. L’ambizione è quella di concretizzare il salto di qualità di tutti quei movimenti e di quelle esperienze che a fatica sono riusciti ad entrare in Consiglio comunale o a governare i territori e che oggi possono avere una voce oltre il Comune», dichiara il gruppo promotore ed animatore di “Comuni Protagonisti. Uniti per lavoro, ambiente e diritti”.