Domenico Cafasso e Mauro Manetti

BACOLI – Un nuovo direttore, una nuova sede in Spagna e un nuovo corso di studi di 2° livello in Cinema e Audiovisivi. La Laba di Firenze si appresta a tagliare il traguardo dei 20 anni accademici con tante novità e una organizzazione completamente rivisitata a seguito dell’emergenza Covid.  Il primo importante cambiamento riguarda il vertice: è infatti Domenico Cafasso, originario di Bacoli, il nuovo direttore della Libera Accademia di Belle Arti di Firenze. Già vicedirettore, Cafasso subentra a Mauro Manetti, che lascia per dedicarsi completamente all’arte. Manetti curerà a pieno titolo la propria galleria espositiva ma continuerà a collaborare in qualità di socio e responsabile degli eventi culturali. Il Collegio docenti, nella giornata di ieri, ha formalizzato quanto espresso dal Cda, procedendo con la nomina di Cafasso che guiderà la Laba nei prossimi anni.

IL COMMENTO – «Non ci sarà nessuno stravolgimento rispetto all’impianto originale – commenta il nuovo direttore -. Il progetto è sempre lo stesso: una didattica moderna, dai forti contenuti multimediali, che prevede collaborazioni con aziende importanti che contribuiscono alla programmazione dei moduli formativi dei diversi dipartimenti; una visione internazionale, con crescita delle collaborazioni tra istituzioni dei nostri settori, per implementare lo scambio di allievi e docenti anche fuori dall’Europa; il proseguimento del consolidamento dei servizi interni. La Laba – aggiunge Cafasso – è sempre più una Smart Academy: lo dimostra l’impegno costante della società, che, con il presidente Carlo Nigi, nel biennio 2019/2021, ha stanziato circa mezzo milione di euro per la riconversione di alcuni spazi ricreativi e per la creazione del bar-terrazza che consentirà agli allievi di avere un luogo di svago all’interno della struttura, con un servizio di piccola ristorazione».

LA SEDE A VALENCIA – A proposito di internazionalizzazione, è prevista per gennaio del prossimo anno l’inaugurazione della nuova Laba Valencia: una sede distaccata della Laba di Firenze, che approderà quindi in Spagna con corsi di laurea triennali in Fotografia, Video e Digital e Multimedia Design, oltre ad un master in Creazione Multimediale per lo Spettacolo. Situata nel cuore della città, in un palazzo storico del ‘900, la sede spagnola collaborerà attivamente con quella fiorentina, realizzando workshop e scambi culturali. Sono in fase di progettazione tutte le attività didattiche e di laboratorio, che prenderanno ufficialmente il via nell’anno accademico 2021/2022. Il corpo docenti sarà composto da esperti professionisti e figure affermate nei diversi settori di competenza. A guidare questa nuova realtà saranno i direttori Andrea Contino e Cristina Casanova.

IL NUOVO CORSO – Altra grande novità, il biennio di 2° livello in Cinema e Audiovisivi, che partirà dal nuovo anno accademico in formula week-end. Un nuovo percorso specialistico che punta a formare la figura del cineasta contemporaneo: un professionista capace di lavorare nel mondo del cinema ma dotato di conoscenze applicabili anche nell’ambito dell’audiovisivo e delle nuove comunicazioni. Il titolo rilasciato è equipollente alle lauree universitarie. Le lezioni, in lingua italiana, si terranno nella sede della Laba il venerdì pomeriggio, il sabato e la domenica in giornata piena. Venti il numero massimo di studenti ammessi: le iscrizioni sono aperte.